Lavaggio tappezzeria e interni auto: come fare

L’interno dell’auto, come sappiamo bene, non è certo un luogo pulito: sedili e rivestimenti sono facili a raccogliere ogni genere di sporcizia, polvere, briciole, cenere, terriccio, macchie di vario genere.

Infatti, oltre alle impurità che, sia pure inconsapevolmente, si portano dall’esterno, per molti l’auto è quasi una sorta di seconda casa, dove si viaggia, si mangia, si ascolta musica, si ospitano amici, colleghi e famigliari.

Se le parti in materiale rigido, come la console o lo spazio tra i sedili anteriori, possono essere lavati e puliti facilmente, i rivestimenti in tessuto dei sedili e di alcune parti interne laterali richiedono una maggiore cura e attenzione, sia per ottenere il risultato migliore, sia per non danneggiarli o macchiarli irrimediabilmente usando tecniche e prodotti sbagliati.

Ovviamente, in caso di dubbi, mancanza di tempo o in presenza di macchie particolarmente difficili, il primo suggerimento è quello di rivolgersi ad un autolavaggio specializzato, sia per svolgere direttamente il lavoro che per la scelta dei prodotti più adatti.

Quali prodotti detergenti utilizzare per gli interni auto

Il mercato offre una vasta gamma di prodotti per i rivestimenti interni per l’auto, dallo shampoo a secco spray ai detergenti fluidi o in crema per i sedili realizzati in ecopelle o materiali simili.

Si può comunque realizzare facilmente un detergente fai da te, utilizzando prodotti di uso comune, facilmente reperibili in tutte le case. Ad esempio, mescolando poco sapone per i piatti con acqua calda, bicarbonato e qualche goccia di aceto, si ottiene una soluzione ideale per la pulizia di sedili e rivestimenti dell’auto, qualunque sia il materiale.

Basta utilizzarla con uno spruzzino e passare la superficie da pulire con una spazzola morbida, prestando una particolare attenzione per le cuciture e gli angoli più nascosti.

Passare spesso l’aspirapolvere in tutto l’interno auto

La pulizia degli interni per l’auto è un’operazione da svolgere piuttosto spesso, specialmente per chi utilizza spesso l’auto per organizzare gite e passeggiate con la famiglia o gli amici, oppure viaggia molto per lavoro e considera l’auto una sorta di ufficio.

La soluzione migliore è quella di tenere in auto un aspirapolvere apposito: in commercio si trovano molti modelli di aspirapolvere portatili pratici e poco ingombranti, con tecnologia ciclonica e spazzole apposite che permettono di ripulire alla perfezione ogni angolo dell’abitacolo, rapidamente e senza fatica.

Pulire l’interno auto con un erogatore di vapore

Per pulire e sanificare l’interno dell’auto senza utilizzare sostanze chimiche e con la garanzia dell’efficacia, la soluzione migliore è quella di ricorrere ad un apparecchio a vapore, oggi disponibile anche di piccole dimensioni, maneggevole e molto semplice da utilizzare.

Utilizzare un erogatore di vapore una volta al mese circa è sufficiente per mantenere un ottimo livello di igiene all’interno dell’auto senza danneggiare i rivestimenti interni. Il vapore permette di pulire a fondo gli interni dell’auto grazie alla temperatura, anche senza detergenti, si può comunque aggiungere poco aceto bianco per potenziare l’azione igienizzante.

In ogni caso, per evitare di danneggiare un rivestimento in tessuto particolarmente pregiato o in pelle, è consigliabile rivolgersi ad un servizio professionale di lavaggio a secco, che permette di ottenere rapidamente un risultato perfetto.